i racconti di Milu
racconti erotici per adulti
Pseudonimo: Idraulico1999 [Contatto]
Nome: Salvatore
Stato: Membro
Autore dal: 10/05/2016
Sito web:
Beta-reader:
Preferisco aggiungere due osservazioni, che forse valgono per ogni racconto, ma in special modo per il genere erotico. La prima è che
non si scrive per se stessi, ma per il lettore. Nel racconto erotico, questo significa che non si scrive per eccitarsi, ma per eccitare.

La seconda osservazione è che l’erotismo è particolarmente a rischio di forme e di modelli già acquisiti: immaginiamo per esempio
l’influsso del porno sull’immaginario non solo maschile. La presumibilità, la prevedibilità e la scontatezza sono di frequente in agguato
così come i termini ripetuti e le situazioni ovvie. Anche il “finale”, pur essendo sesso, non è detto che debba essere “quel finale”.

In conclusione, l’eros è come corteggiare una donna: lentamente, fatela impazzire. Lasciatevi desiderare e giocate con lei, non fatele
capire dove volete arrivare, anche se lo sapete benissimo entrambi. Dominatela fin dall’inizio e portatela dove volete, esattamente
come in un racconto erotico. “Chi scrive domina, chi legge ne subisce il fascino”.

In questi resoconti, sono elencati e descritti vari scenari attraverso fatti e vissuti che spaziano dal sesso, al piacere, ai peccati,
alle rivincite, ai capricci, ai tradimenti, alle passioni nascoste, alle sofferenze, ai tormenti, alle manie, alle curiosità morbose,
alle esaltazioni, alle stravaganze, ai tabù, alle ironie, alle perversioni e alle ossessioni.

Per mezzo di queste descrizioni erotiche, mi rivedo a raccontare fatti della quotidianità di molte persone, di storie vissute, d’argomenti
e di trame che fanno parte del bagaglio intimo e nascosto di ognuno di noi. Le persone sono differenti, si mescolano e si combinano in
modo diverso, così come le storie e le vicende erotiche lo sono altrettanto; raccontano trame, storie, episodi, partecipazioni, impulsi
e passioni travolgenti.

Certamente e indiscutibilmente è un tema delicato e sensibile, di storie e di persone che si aprono, narrano, si relazionano, che
decidono e che scelgono di raccontarsi manifestando e svelando i loro retroscena. Il sesso per quanto possibile e prevedibilmente si fa, mentre l’erotismo si coglie, si percepisce.

Per me, senza dubbio è meglio “parlarne” di meno e “farne” di più, (sia in termini di quantità sia di qualità), in quanto è già un bel
segno; un segno d’apertura culturale e di libertà.

La scrittura è libertà, ognuno di noi esprime le proprie idee, così come anch’io esprimo e rivelo le mie, e tutto ciò vale anche per quelli che non la pensano come me.

Idraulico1999

===================================================================================================================================================================================
***Osservazioni per tutti voi che leggete i miei racconti erotici***

Io non sono né un romanziere né uno scrittore. E’ complesso e difficile parlare dello scrivere, e molto più difficile è dire in proposito qualcosa d’innovativo e d’originale. Le storie che racconto, appartengono alla mia vita e alla vita di persone che ho amato, ascoltato, conosciuto e sentito, che ancora adesso mi circondano e che mi hanno sempre circondato. E questo vale anche per la vita normale, a volte dolorosa e a volte divertente che ho trascorso e vissuto.

Sono un uomo che ha studiato poco e male, che per tutta la vita ho lavorato e che al presente (per fortuna) lavoro.

Scrivo per raccontare le cose belle che ho avuto, per confortarmi consolandomi per le cose brutte che mi sono capitate e chiedere scusa delle cose incresciose e spiacevoli che ho eventualmente involontariamente causato.

Mi è sempre piaciuto giocare con le parole, le virgole, i punti, i silenzi e le frasi così come un gioco, come una continua messa in scena, con le parole che svelano emozioni e le frasi che raccontano situazioni, che informano d’una persona, d’una storia, d’un evento, d’un periodo, d’una situazione, di un’occasione e perfino d’un sogno che ognuno di noi vorrebbe realizzare.

Idraulico1999 (Salvatore)






[Segnala questo]
 
 
 
Stories by Idraulico1999
Sommario: Quello che intravidi aveva dell’incredibile e del lussurioso, perché Marzia era un concupiscente e libidinoso spettacolo, in quanto seduta sulla tazza del gabinetto aveva sollevato la maglietta aderentissima sopra al grosso seno, che così pressato spiccava ancora maggiormente, le mutandine e la gonna cortissima erano ai suoi piedi e plausibilmente si stava masturbando.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1339 n° Letture: 144

[Segnala questo] Pubblicato: 20/07/2018 Aggiornato: 20/07/2018


Sommario: Io mi sentivo inspiegabilmente sminuita, incomprensibilmente sottovalutata e nettamente umiliata, perché m’attendevo almeno un commento, un’osservazione o una giustificazione, eppure lui non parlottò, anzi, addirittura mi schivò. La mia reattività assieme alla mia sensibilità femminile, mi fece rapidamente presagire afferrando che lui s’imbarazzava turbandosi per quel suo comportamento irrefrenabile e rabbioso, perché si era trattato d’un impulso travolgente e sfrenato dettato dalla coscienza, che aveva molto probabilmente generato una sensazione di compensazione vendicativa, di rivalsa punitiva nei confronti del sesso femminile.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1016 n° Letture: 391

[Segnala questo] Pubblicato: 19/07/2018 Aggiornato: 19/07/2018


Sommario: Con un rapido gesto scaraventai lontano il lenzuolo accorgendomi d’essere senza perizoma e al disopra di tutto la mia foltissima peluria pubica era sparita, ero lucida e levigata come una fanciulla. In quella situazione difficile m’alzai, tolsi le lenzuola dal letto, cercai in ogni luogo, in camera e nel bagno, ma niente, tutto era in ordine e pulito, malgrado ciò il perizoma non c’era: era misteriosamente sparito.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1646 n° Letture: 669

[Segnala questo] Pubblicato: 18/07/2018 Aggiornato: 18/07/2018


Sommario: La faccenda che mi faceva accendere invogliandomi maggiormente era in verità quello sguardo di preminenza, di privilegio e al tempo stesso di vantaggio che Valeria diffondeva, perché s’accorse ben presto che stavo per concludere, sicché ampliò accortamente la virulenza del movimento sempre fissandomi negli occhi. Io non resistetti più, perché repentinamente sborrai di vero gusto riversandole tutta l’appassionata e viziosa ondata di denso piacere che avevo immagazzinato sui piedi e su quelle caviglie che avevo per lungo tempo bramato.
 

Categoria: Dominazione, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 875 n° Letture: 525

[Segnala questo] Pubblicato: 17/07/2018 Aggiornato: 17/07/2018


Sommario: Mirella frattanto era già pervenuta all’orgasmo per il fatto che si divincolava sotto di me, io captavo la sua fica contrarsi risucchiando il mio cazzo al suo interno. Pure io percepivo frattanto il mio seme che s’inerpicava scorrendo lungo i condotti spermatici, eppure non volevo sborrare, facevo di tutto per trattenermi, interrompendo in tal modo un’esperienza così irreale, sorprendente e suggestiva, in maniera tale che non terminasse così presto, essendo noi tutti globalmente inzaccherati di tempera.
 

Categoria: Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2236 n° Letture: 874

[Segnala questo] Pubblicato: 15/07/2018 Aggiornato: 15/07/2018


Sommario: Lei ambiva che succedesse tutto questo, desiderava risolutamente trionfare la sua battaglia addomesticandomi e in conclusione domandomi, perché auspicava sentirmi implorare d’essere sua. Intelligentemente lei scavalca il mio viso curvandosi con tutto il suo poderoso ardore su di me. La mia bocca in attesa di lei, assapora frattanto il suo bel clitoride duro e sporgente, le grandi labbra sono perfettamente depilate e gonfie di lussurioso desiderio, giacché sono un delizioso nettare per la mia ingordigia di piacere, mentre la mia lingua spinge nel contempo dentro di lei assaporando il suo identico piacere.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2427 n° Letture: 748

[Segnala questo] Pubblicato: 14/07/2018 Aggiornato: 14/07/2018


Sommario: La lasciva, pervertita e viziosa trovata di farti fottere nel didietro da Damiano si è già ampiamente impossessata del tuo corpo e in special modo della tua mente. Reclami di farlo, certo che vuoi realizzarlo, lui non ha più dubbi né incertezze, ha capito a fondo. Adesso tu lo baci a lungo, sentitamente, la tua lingua esplora, perlustra e intacca la sua bocca. Il suo cazzo pulsa disperatamente tra le tue dita, Damiano ti riconsegna il bacio con ardente trasporto, le sue mani occupano le tue chiappe usurpandole con volitiva risolutezza, perché t’afferra in modo brusco. Il bacio dura a lungo, t’attendevi che t’avrebbe messo all’istante nella posizione della pecorina, all’opposto, Damiano pare non avere fretta.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 3379 n° Letture: 516

[Segnala questo] Pubblicato: 13/07/2018 Aggiornato: 13/07/2018


Sommario: Lui cercò con supposizioni scompigliate che si trattava soltanto d’uno scherzo, che era tutta una menzogna ben architettata e tramata. In quella circostanza non percepii nessuna delle sue parole, perché riuscivo unicamente a detestarlo urlandogli contro interamente il mio risentito disprezzo e la mia collerica malevolenza, un attimo dopo lui riagganciò il telefono, dato che in quel momento riflettevo che veramente tutto era finito in quell’istante, con il segnale del telefono diventato improvvisamente silenzioso.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1756 n° Letture: 576

[Segnala questo] Pubblicato: 12/07/2018 Aggiornato: 13/07/2018


Sommario: Lui mi sbottonò la blusa sfilandomela con perizia, in verità non appariva stupefatto osservandomi che non indossavo nessun indumento intimo, ma colsi immediatamente un sibilo di piacere quando squadrò la mia fica completamente rasata per l’occasione avvenuta qualche giorno prima, dal momento che io prediligo per mia natura tenermela pelosissima, perché i maschi sragionano vedendola in tal modo, si eccitano enormemente, tenuto conto che ci sborrano addosso più che volentieri, a detta pure delle mie amiche. Quest’aspetto, infatti, non mi dispiace, perché gioisco quando vedo il maschio che spruzza là il seme.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1910 n° Letture: 786

[Segnala questo] Pubblicato: 11/07/2018 Aggiornato: 11/07/2018


Sommario: Tu riprendi fiato concitatamente, sei infagottato da un piacere fortissimo che ti scardina irrimediabilmente le membra, perché la mia lingua lavorando con dedizione, eccellenza e ferrata maestria ti provoca dei sussulti insuperabili, mentre lecco quel glande nella sua globalità senza darti tregua e facendoti sragionare dal piacere.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 749 n° Letture: 471

[Segnala questo] Pubblicato: 10/07/2018 Aggiornato: 10/07/2018


Sommario: Attualmente godi in modo spropositato, perché ti muovi senz’interruzione e sempre più in fretta, dissennatamente, mentre io abbranco i tuoi magnifici fianchi con le mani stringendoli. Subito dopo mi rivolgo in direzione dell’altro onorato manufatto del mio desiderio, spianando gentilmente con le dita la cute del tuo sedere accarezzandolo furbamente e penetrando nel contempo la tua morbida fica.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1697 n° Letture: 575

[Segnala questo] Pubblicato: 09/07/2018 Aggiornato: 09/07/2018


Sommario: Con le dita t’accarezzo, mentre m’introduco all’interno compiendo dei movimenti tondeggianti per raccogliere il succo meraviglioso che c’è al suo interno, per concludere m’intrattengo nuovamente con il tuo clitoride perseverando proprio lì. Io capto che tu m’accarezzi i capelli, mentre io m’aiuto con le mani per leccartelo per bene da tutti i lati assillandolo e incaponendomi, quasi nel volertelo estorcere.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1009 n° Letture: 816

[Segnala questo] Pubblicato: 08/07/2018 Aggiornato: 08/07/2018


Sommario: Il nostro non era soltanto un lineare e uniforme sesso, viceversa, era la radicale espressione, la definitiva manifestazione del nostro amore d’ambedue i nostri corpi, per dimostrare rivelando ciò che avevamo in noi, giacché le parole non sarebbero state adeguate né bastanti per esprimerlo. Ogni gesto comunicava qualcosa, descriveva gli atti, dal semplice sfiorarci delle nostre mani alla penetrazione, poiché era un susseguirsi totale di trepidazioni e di suggestioni redatte sul manuale del cuore. Arrivammo insieme, quasi nel voler sottolineare la nostra complicità e la complessiva fusione.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1530 n° Letture: 792

[Segnala questo] Pubblicato: 06/07/2018 Aggiornato: 06/07/2018


Sommario: All’istante la sentii venire, le carni divennero frementi, i capezzoli formosi e irti verso di me, gli occhi chiusi e i gemiti liberatori dei suoi frenetici sussulti. In quel momento ero io la vincitrice, aveva scelto me per godere, non lui. L’abbracciai e con delicatezza la portai verso il letto, perché mi bastò uno sguardo e un gesto silenzioso per ordinare al suo amico d’accarezzarla e di baciarla dappertutto, mentre lui obbedì eseguendo come un comprensivo e diligente bambino.
 

Categoria: Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1606 n° Letture: 1210

[Segnala questo] Pubblicato: 05/07/2018 Aggiornato: 05/07/2018


Sommario: Lo lecco e lo succhio, percorrendolo lentamente su e giù, sentendo la sua superficie liscia e la sua solida consistenza occupare tutto lo spazio, dentro la mia bocca, fino alla gola, dopo quando il culmine fu raggiunto, la sua appassionata e densa essenza mi scivolò giù scomparendo come una grandiosa e silenziosa ricompensa.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1285 n° Letture: 823

[Segnala questo] Pubblicato: 03/07/2018 Aggiornato: 03/07/2018


Sommario: Qui viene la parte più complessa per esporre il concetto, menzionare citando di due ragazze che si denudano, che si cercano, che percepiscono capezzoli irti fra le dita e labbra morbide sulle proprie, qui c’è l’angoscia, l’eccitazione, l’indiscrezione, lo sbigottimento, il desiderio di sapere e l’appetito, l’intenzione, lo sfizio, avvistare come ambedue non sanno o forse non azzardano sfiorarsi, perché poi quando succede sono dita che giocano con il piacere, un benessere tante volte conosciuto, ma al tempo stesso talmente difforme, in quanto sono labbra che scivolano sulla pelle, sono soavi pizzichi su quei capezzoli rassodati dalla voglia.
 

Categoria: Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 3810 n° Letture: 759

[Segnala questo] Pubblicato: 02/07/2018 Aggiornato: 02/07/2018


Sommario: Il suo ragazzo era soltanto un’orma, lui era il suo futuro, perché sarebbe stato il suo impagabile e straordinario concubino, il suo maggiore confidente, un porto per un conveniente, felice e sicuro approdo, quello che l’avrebbe senz’altro appagata, dissetata e sfamata come neanche uno, in quanto lui l’avrebbe immancabilmente compresa, considerata e giustificata ogni volta.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1684 n° Letture: 1175

[Segnala questo] Pubblicato: 30/06/2018 Aggiornato: 30/06/2018


Sommario: Diana slegherà il reggipetto, facendolo penzolare ancora ben imbevuto del suo intimo effluvio, farà sdrucciolare quel velo che ricopre la sua intima fortezza, quel forziere che mi fa tanto sragionare facendomi delirare le membra, esponendomi in conclusione quella deliziosa e villosa rossastra fica sommersa di fluidi, fica che io bonificherò imbottendola con tutta l’energia, la passione e la vivacità che ho in corpo.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 746 n° Letture: 669

[Segnala questo] Pubblicato: 28/06/2018 Aggiornato: 28/06/2018


Sommario: La giovane donna gemette al contatto avvolgendo all’istante il cazzo del suo uomo che mugolò soddisfatto. Gianfranco tirò indietro il bacino facendo fuoriuscire il cazzo conficcandolo ancora nelle viscere di Iolanda. Frattanto l’eccitazione di Sabrina si espandeva, intanto che sottostava arrendendosi briosamente agli stimoli della lingua che Iolanda gl’imprimeva.
 

Categoria: Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1508 n° Letture: 1550

[Segnala questo] Pubblicato: 27/06/2018 Aggiornato: 27/06/2018


Sommario: Appoggio le mie mani sul tuo costato e senza sganciare i miei occhi dai tuoi, comincio a muovermi, moltissimi palpiti, immense impressioni si srotolano accalcandosi su di me mandandomi in estasi, sono beata, lo sento compatto, il tuo cazzo mi scortica dolcemente lacerandomi dentro a ogni discesa, i miei soavi piagnucolii farneticanti si mescolano con i tuoi, perché avverto chiaramente che neppure tu potrai resistere per lungo tempo.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1022 n° Letture: 644

[Segnala questo] Pubblicato: 26/06/2018 Aggiornato: 26/06/2018


Sommario: Ida aveva goduto frignando come non mai, perciò, per avvalorare la sua opera, comprovandola e documentandola nel migliore dei modi, si era fatta un autoscatto con il telefono portatile, come per il definitivo suggello a garanzia di quell’operato, inviandola nel contempo al suo uomo, dove risaltava l’incantevole immagine di quella deliziosa fica grondante esposta in primo piano, mantenendo in tal modo la sua diabolica, pervertita e viziosa richiesta.
 

Categoria: Autoerotismo, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1180 n° Letture: 532

[Segnala questo] Pubblicato: 25/06/2018 Aggiornato: 25/06/2018


Sommario: Io reagisco a quel bacio, mi lascio divorare radicalmente senz’indugiare, sono completamente conquistata e interamente incollata a lui. Giuliano m’appoggia al tramezzo del muro senz’enunciare una parola, è con il fiato corto senza quasi staccare le sue labbra dalle mie, giacché respira dentro la mia bocca passandomi le mani lungo tutta la schiena, mi tocca i seni, io sono esageratamente accalorata, ed essendo con il pigiama non porto neppure il reggiseno, sta per digradare più in basso, sennonché lo blocco.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 4962 n° Letture: 1126

[Segnala questo] Pubblicato: 24/06/2018 Aggiornato: 24/06/2018


Sommario: In quella mattinata d’agosto torrido c’era stata una scaramuccia di masse accaldate, di scambio di fluidi e di morsi. In realtà la contesa e l’occupazione, la mescolanza corporea, una perfetta e intrinseca simultaneità come bestie in calore. In seguito, con il tempo, Ettore aveva iniziato a conoscere Ivana, era andato al di là del suo prosperoso scollo e delle sue chiappe perfette. La mente di lei era, come il suo corpo, zeppa di gobbe e di svolte da ripercorrere, con labbra lievi o affamate sia da decifrare quanto d’amare.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1995 n° Letture: 845

[Segnala questo] Pubblicato: 22/06/2018 Aggiornato: 22/06/2018


Sommario: Nicoletta non poteva acconsentire né tollerare che una sconsideratezza simile potesse annientare l’indipendenza che si stava sviscerando a fatica con le proprie mani, in tale maniera s’avvicinò alla sedia e indossò quell’indumento nero estremamente soffice e sobrio, lungo ben al di sotto del ginocchio che aveva lasciato lì prima di mettersi a letto, un camuffamento, un perfetto mascheramento pensò lei in modo beffardo e canzonatorio.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2702 n° Letture: 858

[Segnala questo] Pubblicato: 21/06/2018 Aggiornato: 21/06/2018


Sommario: Danzo per caso con l’estro, galoppo forse con la creatività? Non credo, perché quella l’ho riposta stipandola nel tiretto molto tempo addietro, da quando commettere uno sbaglio è divenuta una scommessa assai minacciosa e sovrastante d’avvolgere. Ancora un solo istante e m’avresti disorientato con la tua persona, sbigottito con il tuo accento e frastornato con il tuo temperamento.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1085 n° Letture: 924

[Segnala questo] Pubblicato: 20/06/2018 Aggiornato: 20/06/2018


Sommario: Le sue mani scorrono sui miei fianchi, sul mio seno, mentre io avverto di netto nel bassoventre ogni singola spinta, mi bacia sul collo, capto il suo respiro appassionato ed eccitato, perché niente è più confidenziale, intimo e sensuale di due amanti che consumano la propria passione adoperandola tramite la passione dell’altro. Lui esce, mi volto e gli dico di sedersi sulla tavoletta, mi sfilo i pantaloni e in un attimo sono seduta su di lui, con tutta la sua virilità dentro di me.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 850 n° Letture: 812

[Segnala questo] Pubblicato: 19/06/2018 Aggiornato: 19/06/2018


Sommario: L’adrenalina in me ha già raggiunto al presente livelli spaventosi solamente nello starti vicino, dal momento che so molto bene di suscitare la concorrenza, d’infondere la rivalità e d’originare la stizza di numerose donne presenti là dentro, che mi esaminano di continuo durante il tempo in cui m’isolo ritirandomi con te.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2048 n° Letture: 946

[Segnala questo] Pubblicato: 17/06/2018 Aggiornato: 17/06/2018


Sommario: D’altro canto io non voglio sborrare prestissimo, siffatto mi distacco passandoti il cazzo impregnato sull’addome, sulle tette e sul viso. Tu in quel frangente spalanchi gli occhi in modo repentino, appari visibilmente allarmata, stupita e sconcertata. Mi ritorna sollecitamente alla memoria la rappresentazione d’un maltrattamento, ciononostante non sospendo l’idea di scoparmi la tua bocca.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1152 n° Letture: 1602

[Segnala questo] Pubblicato: 16/06/2018 Aggiornato: 16/06/2018


Sommario: In quell’istante sbarro gli occhi e l’abbraccio apertamente, sono infiacchita, mi guarda. Il suo sguardo è di sfida, di forza, oserei dire di potere, sì, di capacità, di competenza e di potere che ha appena avuto, in effetti mi ha avuta e non solamente con il corpo, bensì anche di mente e di cuore, perché in poco tempo si è tenuta un pezzo di me, che forse voleva da tempo.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1715 n° Letture: 1572

[Segnala questo] Pubblicato: 15/06/2018 Aggiornato: 15/06/2018


Sommario: Lei è avvenente, ma sarebbe lo stesso anche se fosse diversa, perché la vera appariscenza della donna è nel suo sesso, nel suo modo di fare l’amore, nella sua maniera di gemere, di respirare e di rilassarsi. La gradevolezza della donna è nelle sue mani, nel modo in cui sa tastare la vita con gesti che sono poesia. La magnificenza della donna è nella voce, nel suo modo di proclamare e di precisare le sue intime emozioni, che in definitiva sono il linguaggio di Dio.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1276 n° Letture: 1248

[Segnala questo] Pubblicato: 14/06/2018 Aggiornato: 14/06/2018


Sommario: Si spogliò e rimase in reggipetto, appena si sfiorò la fica con la mano rimase impigliata nei suoi foltissimi riccioli scuri e al pensiero di quello che avrebbe eseguito a quello sconosciuto, se lo avesse avuto tra le mani in quel momento, la portarono ad un’eccitazione immediata, smisurata e vivace. Indugiò un poco, persuasa di prendersi un orgasmo lì, seduta, ma privilegiò di proseguire spogliandosi e introducendosi sotto la doccia.
 

Categoria: Autoerotismo, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 685 n° Letture: 693

[Segnala questo] Pubblicato: 13/06/2018 Aggiornato: 13/06/2018


Sommario: Ti sbatto fortemente contro la parete, ti bacio la fica, te la lecco, la penetro con le mie dita, spingo sempre più in fondo e senza sosta più forte, voglio farti percepire attraverso il mio movimento la voglia che ho di sbatterti. Ti voglio sentire mia, voglio perdere il controllo, rendere tutto automatico e smettere di pensare con il cervello, voglio ragionare con le mie dita, bramo scervellarsi e parlare attraverso di loro. Tu devi conoscere tutta la passione che da anni ormai covo nel mio corpo per te.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1236 n° Letture: 1532

[Segnala questo] Pubblicato: 12/06/2018 Aggiornato: 12/06/2018


Sommario: Lei era originaria d’un borgo cattolico dell’entroterra umbro, dove ancora i dogmi ecclesiastici dominavano supremi. Un bacio fra donne avrebbe suscitato di certo un’infinità di maldicenze e di pettegolezzi, che sarebbero echeggiati rimbombando per lungo tempo tra le strette vie che separavano quegli antichi caseggiati, ma più di tutti i giudizi, le logiche e gli equilibri, più d’ogni malalingua ciò che Belinda doveva avvedutamente affrontare era la sua etica morale, quei sani e ahimè fragili principi e quelle insicure condotte sulle quali aveva basato la propria vita.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 3089 n° Letture: 1333

[Segnala questo] Pubblicato: 11/06/2018 Aggiornato: 11/06/2018


Sommario: Lei sembra leggermi abilmente nello sguardo muovendoli ingegnosamente verso di me, tuttavia senza mai toccarmi, soltanto continuando a fissarmi. I discorsi con lei planano nuovamente sull’appiglio del sesso, da dove li avevamo interrotti, ovvero esibizionismo, impulso e tabù messi assieme. Poi si siede in posizione yoga e in quella circostanza ho celermente la risposta al mio dubbio sulla sua biancheria intima: lei non l’indossa, non si vedeva alcun alone scuro davanti, perché è completamente rasata. Lei appare come la donna ideale: divertente, piacente, ricreativa, a tratti arrogante, insolente e senza pudori: la femmina esemplare.
 

Categoria: Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1969 n° Letture: 1207

[Segnala questo] Pubblicato: 10/06/2018 Aggiornato: 10/06/2018


Sommario: Tu sei il mio uomo proibito, quello di cui non si può parlare, l’altro, quello che non potrà mai stare con me, perché sono le leggi e le norme degli dei e degli umani, ma non è forse ciò che non si può avere che spesso diventa un movente, una ragione e una causa di vita? L’inguine mi provoca assillo, dolore e pure patimento per tutto l’amore appena fatto, giacché ho ancora addosso l’odore e non solo di lui, eppure adesso è te che desidero e che ricerco come non mai.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1736 n° Letture: 1593

[Segnala questo] Pubblicato: 14/05/2018 Aggiornato: 14/05/2018


Sommario: Dirò delle tue dita che affondano tra le mie cosce aperte, delle mie che stringono i tuoi testicoli nudi sotto la stoffa dei pantaloni, del cognac che cola lento da una bocca all’altra, del mio ginocchio schiaccia spremendo il tuo cazzo. Dirò anche delle bocche fuse, di quelle lingue intrecciate, delle labbra morse, persino del sorriso complice e interessato del tassista che ci riportava in albergo, mentre le nostre pelli non riuscivano a staccarsi né a separarsi d’un centimetro.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 545 n° Letture: 1385

[Segnala questo] Pubblicato: 13/05/2018 Aggiornato: 13/05/2018


Sommario: Io ho rialzato il viso e mi sono guardata allo specchio che rifletteva una giovane donna dall’espressione rattrappita, quasi sofferente. Ecco perché i francesi chiamano l’orgasmo in quella maniera, quell’attimo in cui usciamo da noi stessi per annullarci completamente soprannominandola “piccola morte”. Allora m’hai abbassato con forza la testa contro lo spigolo del lavabo per entrarmi dentro più a fondo rimanendo lì, rigido dentro di me per riempirmi del tuo seme senz’emettere un gemito, soltanto premendo contro il tuo il mio ventre fino a farmi male.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1607 n° Letture: 1522

[Segnala questo] Pubblicato: 12/05/2018 Aggiornato: 12/05/2018


Sommario: Energia pura era l’unica definizione, l’atipica conclusione che le venisse in mente per il modo in cui si muoveva, mentre le mostrava i suoi lavori. Estro, genialità e ingegno, era ciò che risaltava dai progetti che spiegava sul tavolo obliquo. Lui non faceva nulla per attirare l’attenzione, nemmeno un sorriso, eppure l’intensità degli occhi, quella voce misurata e profonda l’incatenava scompigliandola più del corpo longilineo e solido che sfiorandola accidentalmente.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2043 n° Letture: 1463

[Segnala questo] Pubblicato: 11/05/2018 Aggiornato: 11/05/2018


Sommario: Appoggi il palmo della mano sul monte di Venere eseguendo un massaggio rotatorio con una pressione decisa, dato che godo da morire. L’altra tua mano è su un seno per scoprire la durezza del capezzolo, che stringi tra il pollice e l’indice in un misto di piacere e di dolore. Ti soffermi sul clitoride, lo accarezzi in senso circolare e poi su e in giù, a ogni cambio di movimento io sperimento una sensazione sempre più intensa, le tue dita si spostano di pochi centimetri per scandagliare saggiando appena quanto sia ormai pronta ad accoglierti in me.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1977 n° Letture: 1729

[Segnala questo] Pubblicato: 10/05/2018 Aggiornato: 10/05/2018


Sommario: Avrei voluto continuare, ribadirgli che lo amavo, ma che non avrei giammai potuto dispensargli ciò che lui aveva diritto, un amore vero, completo, totale, senza sofferenza, senza nascondimenti, senza genitori che ti cacciano da casa, senz’imbarazzi né paure, in assenza di gente che si scambia gomitate quando passi, senz’emarginazioni né fanatismi né preconcetti.
 

Categoria: Trans, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 3516 n° Letture: 1912

[Segnala questo] Pubblicato: 09/05/2018 Aggiornato: 09/05/2018


Sommario: Ecco, è qui che devi mostrare rivelando in modo appropriato di non essere la protagonista, ma d’essere quell’enigma infagottato da quel mistero che non si può descrivere né esporre, giacché si chiama donna, sì, questa donna che tu impressioni marchiando chiaramente sulla pellicola. Qui, esattamente qui, poiché devi contenere diffondendo in un attimo allo spettatore la rivoluzione e la trasformazione avvenuta in questa donna, un’equivalente alle altre, forse, quella che attualmente sei tu.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2038 n° Letture: 1042

[Segnala questo] Pubblicato: 08/05/2018 Aggiornato: 08/05/2018


Sommario: Le sue mani afferrano i miei fianchi con brutalità, il mio collo s’inarca, io protendo la mia foltissima fica sempre più verso di lui alzando un po’ il bacino. Urlo il mio totale piacere, mi mordo le labbra e le fiamme dell’orgasmo m’invadono il corpo scompigliandomi, così come il flusso della sua sborrata che invade sia la mia rossiccia fica quanto le mie cosce ponendosi in netto contrasto con esse. Io rimango tanto tempo sul letto in quel modo, lui è spossato, tuttavia ha trovato le energie per fare una doccia.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1880 n° Letture: 1685

[Segnala questo] Pubblicato: 07/05/2018 Aggiornato: 07/05/2018


Sommario: Quando i loro corpi frementi s’unirono i fiori mi caddero dalle mani, così come sprofondarono i miei sogni irrimediabilmente infranti e per sempre spezzati per quello scenario al quale assistevo. Io ripensai ai nostri momenti di passione e in modo autolesionista li accostai speditamente paragonandoli con quelli del momento.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1781 n° Letture: 1085

[Segnala questo] Pubblicato: 06/05/2018 Aggiornato: 06/05/2018


Sommario: Tu gesticoli, vorresti gridare, ritrarti in modo adeguato, sennonché percepisci affondare l’arma che dalle mie viscere s’incunea nella tua cavità. Vorresti afferrarmi con la mano libera, ma la mia è già sulla tu, la partita pare perduta, allora mostri i denti stringendo tutto quello che ti è possibile. I tuoi muscoli sembrano avere la stessa potenza dei miei, tenti con le gambe di scalciare, ma la forza delle mie ti sovrasta evitando accuratamente che tu possa attuare l’unica mossa che ti rimane.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1115 n° Letture: 1279

[Segnala questo] Pubblicato: 05/05/2018 Aggiornato: 05/05/2018


Sommario: Di riflesso, anche il dito di Matteo si mosse per contribuire al godimento della moglie, quelle carezze delle dita intrecciate si protrassero per qualche interminabile istante, alternandosi sia nel profondo del sesso di Matilde sia nel solleticare il suo centro rigonfio del piacere. Matteo fu distolto dallo stato di trance in cui si trovava quando s’accorse dal tipico sussultare del bacino e dal ritmo più intenso dei sospiri, per il fatto che per Matilde era sopravvenuto il momento affrancante e liberatorio dell’orgasmo.
 

Categoria: Autoerotismo
Capitoli: n° Parole: 2296 n° Letture: 1114

[Segnala questo] Pubblicato: 04/05/2018 Aggiornato: 04/05/2018